venerdì, Febbraio 26, 2021
Tempo di lettura: 3 minuti

Sono sempre più numerosi gli appassionati di “retrogaming” che decidono di rimettere in funzione giochi e console di un tempo.

Mentre il mondo dei gamer inizia a fremere per il tanto atteso rilascio della Playstation 5 (ne avevamo parlato qui), ci sono interi gruppi di appassionati che sembrano avere preoccupazioni diverse. Per esempio, si chiedono come interconnettere il loro Nintendo Entertainment System alla loro nuova TV, oppure cercano online i pezzi di ricambio per un “cabinato” che stanno assemblando in cantina. Niente di strano, se non fosse che (purtroppo?) il 1987 è passato da un po’ e “Duck Hunt” non è parte del trend tecnologico del momento. Non siamo finiti in un “Time Warp”, abbiamo solo fatto un passo nel mondo del retrograming.

NES - Nintendo Entertainment System
NES: Nintendo Entertainment System

Che cos’è Il Retrogaming?

Retrogaming è un termine inglese con cui ci si riferisce alla passione per i videogiochi del passato. Non esiste uno standard univoco che ci dica quanto tempo deve essere passato per considerare un gioco come “retro-game”. Alcuni sostengono che si possa considerare “retro” un gioco utilizzabile con console vecchie di almeno due “generazioni”, ma la realtà è che in questo fenomeno c’è molta nostalgia e forse è davvero quella la discriminante: la nostalgia. Alcuni giochi accendono in noi alcune sensazioni, perché più di altri ci hanno accompagnato nel nostro percorso.

Padre e figlio giocano con una vecchia console
Foto da Freepik

Così, mentre qualcuno si troverà a montare in salotto una Playstation 1 o un Sega Megadrive, qualcun’altro, con qualche anno in più, tirerà fuori dall’armadio un Commodore-64 o un VIC-20.

Quando è nato?

Come per quasi tutti i fenomeni di questo tipo, è difficile identificare una data di nascita univoca, ma sicuramente la diffusione di internet ha dato un importante contributo alla nascita e allo sviluppo di questo mondo. Il mondo della tecnologia ha sempre creato una forte spinta verso il limite tecnologico, verso l’essere sempre aggiornati all’ultima uscita, all’ultimo gioco.

A un certo punto vuoi per nostalgia, vuoi per necessità o per una miscela di entrambe le cose, qualcuno ha iniziato a pensare che in fondo poteva essere divertente tirare fuori dall’armadio la vecchia console. All’inizio magari l’ha fatto con un po’ di vergogna o sentendosi strano. Poi è andato online e ha scoperto che tanti altri stavano facendo la stessa cosa. Ha scoperto che qualcuno aveva creato degli emulatori con cui giocare su PC con tutti quei giochi con cui non era riuscito a giocare a tempo debito: gaudio e giubilo!

Con l’avvento dei social le comunità retrogaming hanno avuto maggiore facilità a incontrarsi e a condividere informazioni. Grazie a questo e alla fisiologica crescita “anagrafica” delle prime generazioni che hanno potuto “giocare” con la tecnologia questo mondo ha ottenuto una importante spinta.

Mi piace! Da dove comincio?

Esistono numerose modalità per avvicinarsi al retro-gaming e in futuro ne parleremo ancora. Il modo più semplice in assoluto è sfruttare uno dei siti web che offrono emulatori che consentono di giocare dal nostro laptop o smartphone via browser, come ad esempio https://www.playemulator.com/ che contiene una libreria di giochi vastissima che copre diverse piattaforme.

Se avete una vecchia console a casa e dei giochi, tiratela fuori dall’armadio e provate a connetterla, potrebbe servirvi qualche adattatore, ma su internet sono disponibili un sacco di risorse e si trovano veri e propri negozi e mercatini online dove potrete acquistare giochi per le vostre console.

È poi possibile costruirvi una vera retro-console multi-piattaforma con un piccolissimo investimento in denaro, che prevede l’acquisto di un “Raspberry”, una sorta di mini computer a bassissimo costo per cui si possono reperire software ottimizzati per il retrogaming. Volete saperne di più? Tornate a trovarci! Ne riparleremo.

Se cercate altri approfondimenti legati al tempo libero, seguite Posizione Zero anche su Facebook ed Instagram e troverete molte altre informazioni!

Tags: , ,

Related Article

No Related Article

0 Comments

Rispondi