venerdì, Febbraio 26, 2021
Tempo di lettura: 2 minuti

Paola Pisano, ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, ha annunciato l’arrivo di un bonus dedicato all’acquisto di PC, tablet o per un miglioramento della connessione casalinga.

Cosa si può comprare

Il Bonus PC è una conseguenza diretta del momento storico difficile in cui ci troviamo. La pandemia che ha colpito tutto il mondo, infatti, ha accelerato il processo di digitalizzazione della società, dallo smartworking all’aumento dei pagamenti digitali. Questo ha evidenziato ancora di più il divario digitale presente in Italia, sia in termini di connettività che di dispositivi smart. Proprio per questo, il governo ha ufficializzato un bonus sotto forma di voucher di 500€ pensato come incentivo alla digitalizzazione. In particolare, il bonus si divide in due: 300€ dedicati all’acquisto di tablet o pc e 200€ pensati per il potenziamento della connessione internet casalinga.

Mentre per quanto riguarda i PC o tablet non ci sono restrizioni, per la connettività la questione è diversa. L’accesso ai 200€ dedicati al miglioramento della rete telefonica è concesso a quelle famiglie che partono da una rete con velocità inferiore ai 30Mbps per arrivare al contratto più veloce disponibile per l’abitazione, probabilmente in FTTH o FTTC.

La somma totale dedicata al bonus è di 600 milioni di euro, ma escludendo i 400 milioni dedicati alle scuole, la cifra per le famiglie è 200 milioni di euro. Il contributo alle famiglie potrebbe rivelarsi esiguo ed esiste la possibilità di un’esclusione di alcuni nuclei familiari aventi diritto al bonus.

Nelle idee del Governo, il bonus si pone come un passo avanti verso il diritto alla connettività, un concetto che si sta progressivamente imponendo nel dibattito italiano.

Chi ne ha diritto

L’accesso all’incentivo è pensato per la fascia più in difficolta della popolazione. Esistono due diversi requisiti minimi per due accessi diversi al bonus:

  • L’intero bonus di 500€ per le famiglie con un ISEE inferiore ai 20.000€
  • Solo i 200€ dedicati alla connettività per le famiglie con un ISEE inferiore ai 50.000€

Per chi non lo sapesse, l’ISEE è uno strumento adottato dallo Stato per valutare la situazione economica di un nucleo familiare. Prende in considerazione moltissime informazioni tra cui proprietà, stipendio e conto in banca, dividendo il tutto per il numero di persone che compongono la famiglia. Si può richiedere il calcolo del proprio ISEE presso il CAF di zona, che esegue il calcolo gratuitamente, e si può fare una simulazione presso questa pagina.

Come richiederlo

La procedura di richiesta del bonus definita dal Ministero dello Sviluppo Economico prevede l’interazione diretta con i propri fornitori di connessione internet. Gli operatori, infatti, dovranno registrarsi al portale Infratel per poi interfacciarsi con gli utenti finali e fornirgli il voucher tramite i consueti canali di vendita. Le famiglie potranno presentare domanda a partire dal 20 Settembre.

Tutte le informazioni relative alla misura, l’elenco degli operatori accreditati e le offerte dedicate ai beneficiari del bonus, saranno pubblicate su  infratelitalia.it e bandaultralarga.italia.it dopo la pubblicazione del decreto ministeriale relativo alla misura.

Se cercate altri approfondimenti legati al mondo della tecnologia, seguite Posizione Zero anche su Facebook ed Instagram e troverete molte altre informazioni!

Cover photo by katemangostar – www.freepik.com

Tags: ,

Related Article