domenica, Febbraio 28, 2021
Tempo di lettura: 5 minuti

10 FILM “DISTOPICI” DA VEDERE

Occorre innanzitutto precisare che il termine distopia indica una società, prevalentemente immaginaria, che rappresenta una realtà spaventosa e indesiderabile. Il termine, coniato nel 1868 dal filosofo John Stuart Mill durante un discorso davanti al Parlamento inglese, ha origine greca: letteralmente significa “luogo non buono”.

«Ciò che viene comunemente chiamato Utopia è qualcosa di troppo buono per essere possibile, Dystopia è qualcosa di troppo brutto per essere praticabile».

JOHN STUART MILL

Questo termine e l’aggettivo distopico sono diventati in un primo momento un genere letterario. I libri distopici hanno sempre riflettuto le ansie e i pericoli delle società, soffermandosi sui risvolti negativi delle nuove tecnologie e sulle conseguenze del potere.

Come sarà il mondo nel futuro?” a questa domanda può corrispondere una risposta ottimistica o pessimistica. Il cinema, che predilige la spettacolarizzazione del catastrofico, ha spesso dato risposte distopiche, preferendo mettere in scena futuri inquietanti invece che scenari rasserenanti. 

Premettendo che questa lista non è una classifica poiché tra opere distopiche non può esistere una reale competizione. Essendo queste influenzate principalmente da un tipo di società già esistente, che muta attraverso gli anni così come l’arte cinematografica.

Consigliamo questi film posti in ordine cronologico da vedere per approcciarsi al genere:

L’ULTIMO UOMO SULLA TERRA (1964)

Iniziamo con un film italiano, non fatevi ingannare dall’anno del film,

regia di Ubaldo Ragona, tratto dal romanzo post apocalittico di Richard Matheson, “Io sono leggenda“: 

Il dottor Robert Morgan è l’ultimo sopravvissuto di una epidemia globale che ha trasformato tutti gli esseri umani in vampiri.

Morgan gira per la città durante il giorno in cerca delle loro tane per ucciderne il più possibile e si nasconde durante la notte quando sono più forti e diventano loro i predatori.

Dallo stesso romanzo sono stati tratti altri due film: The Omega Man, 1971 e Io sono leggenda (I Am Legend, 2007) con Will Smith. Oggi il film è considerato dagli appassionati una pietra miliare dell’horror italiano.

LA DECIMA VITTIMA (1965)

Altro straordinario film italiano del genere di Elio Petri. In un imprecisato futuro prossimo, è stata istituita a livello mondiale una competizione, la Grande Caccia, per regolamentare la violenza individuale e dare sfogo agli istinti aggressivi, evitando che prendano la forma collettiva delle guerre.

Chiunque può iscriversi alla Caccia e vincere un grande premio in denaro in caso di vittoria. Un computer assegna casualmente cacciatore e preda tra i tanti iscritti. Questi sono chiamati quindi ad inseguirsi in giro per il mondo fino a quando uno dei due non riesce ad uccidere l’altro. Lo spettacolo è tanto famoso quanto seguito e i migliori cacciatori diventano idoli delle folli seguiti in tutto il mondo.

Il protagonista, interpretato da Marcello Mastroianni, sarà la preda di una famosa cacciatrice determinata a concludere con successo la sua decima caccia e conquistare il titolo di Campione Decathon

BLADE RUNNER (1982)

Liberamente tratto dal romanzo “Il cacciatore di androidi” (Do Androids Dream of Electric Sheep?) di Philip Dick, diretto da Ridley Scott

Ambientato in una Los Angeles distopica dell’anno 2019. La tecnologia ha permesso la creazione di esseri analoghi agli umani, detti “replicanti”, utilizzati come schiavi, dotati di capacità intellettuali e forza fisica estremamente superiori agli uomini, ma con una longevità limitata a pochi anni.

Alcuni replicanti del modello più evoluto, fuggiti dalle colonie extramondo e, giunti furtivamente a Los Angeles, per di introdursi nella fabbrica dove sono stati prodotti, nella speranza di riuscire a modificare la loro imminente “data di termine”.

MATRIX (1999)

Diretto dai fratelli Wachowsky è un altro grandissimo classico distopico, vincitore, tra gli altri, di quattro oscar.

Il programmatore di computer Thomas Anderson vive segretamente come hacker, sotto lo pseudonimo di “Neo”. Un giorno gli compaiono sul monitor alcune criptiche frasi riguardo a un indefinito “Matrix”. Desideroso di scoprire cosa sia, dopo aver avuto un incontro con alcuni agenti, viene condotto dal misterioso Morpheus, il quale gli offre la possibilità di conoscere la verità riguardo Matrix. Neo accetta…..

Matrix è ovunque. È intorno a noi. Anche adesso, nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra, o quando accendi il televisore. L’avverti quando vai a lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità.

MORPHEUS

BATTLE ROYALE (2000)

Diretto da Kinji Fukasaku e ispirato da un libro distopico di Koushun Takami, trasporta l’educazione, i costumi e la cultura di un paese cinematograficamente atipico come il Giappone in un devastante scenario distopico, simile per i toni a quello proposto da William Golding nel romanzo Il signore delle mosche.

Nel futuro, gli adulti hanno perso la propria autorità nei confronti dei ragazzi: una volta all’anno, il governo organizza dunque una letale lotteria, nel corso della quale viene estratta una classe di una scuola che verrà trasportata in un’isola deserta. Dove gli studenti saranno costretti a uccidersi a vicenda finché non ne rimarrà soltanto uno, che sarà proclamato vincitore di questo crudele gioco chiamato Battle Royale.

V PER VENDETTA (2005)

V for Vendetta, 2005, di James McTeigue, tratto dal fumetto omonimo di Alan Moore, la storia è ambientata in una Gran Bretagna futuristica, divenuta una società totalitaria e militarizzata, governata da un regime repressivo simile a quello del romanzo 1984 di George Orwell, guidato dall’Alto Cancelliere.

Questo clima totalitario e repressivo, si oppone un misterioso individuo,V, un rivoluzionario anarchico con il volto sempre coperto da una maschera di Guy Fawkes.

SNOWPIECER (2014)

Diretto da un grande regista, Bong Joon-ho, ispirato da una serie a fumetti francese.

Siamo nel 2031 In un mondo decimato da una nuova era glaciale, un gruppo di sopravvissuti rimane in vita all’interno di un treno, lo Snowpiercer, che continua a spostarsi intorno alla terra e procura la sua energia attraverso un motore perpetuo.

Il treno è un microcosmo di società umana diviso in classi sociali: i più poveri vivono nelle ultime carrozze; i più ricchi nei vagoni anteriori. La convivenza tra loro si proietterà inevitabilmente verso lotte e rivoluzioni.

THE GIVER- IL MONDO DI JONAS (2014)

Ambientato nel futuro, in una società dove tutte differenze tra individui sono state annullate e non esiste possibilità di scelta. Come ogni anno durante la “Cerimonia dei 12” solo ad uno sarà assegnato il compito di Custode delle Memorie dell’Umanità.

Jonas, sedici anni, inizierà a provare sulla propria pelle tutte quelle sensazioni che a nessun altro membro della comunità sono concesse: i colori, il significato dell’amore, del dolore, della frustrazione, ed il terribile segreto della Società in cui vive.

Si rende conto, quindi, che la strada verso la conoscenza è un cammino molto pericoloso.

La lista è ancora molto lunga ma ci limitiamo a consigliare la visione di questi film che riteniamo assolutamente da vedere.

Se cercate altri approfondimenti, seguite Posizione Zero anche su Facebook ed Instagram e troverete molte altre informazioni!

Tags: , , ,

Related Article

0 Comments

Rispondi