domenica, Febbraio 28, 2021
Tempo di lettura: 2 minuti

La parola cheesecake quasi naturalmente tende a portarci verso gli Stati Uniti essendo uno dei loro dolci più caratteristici; la sua storia però è molto più antica e comincia nell’antica Grecia. Alcune cheesecake infatti sarebbero state servite agli atleti durante la prima olimpiade del 776 a.C. e la prima ricetta scritta, ad opera di Ateneo di Naucrati, viene fatta risalire al 230 d.C. A quel tempo la cheesecake prevedeva solo farina di grano, formaggio e miele.

Con il passare degli anni la ricetta si è man mano evoluta, passando dall’impero romano, dove si è iniziato a fare uso delle uova, fino alla corte di Enrico VIII, il cui cuoco ha introdotto lo zucchero.

La ricetta è stata poi esportata negli Stati Uniti dove infine è nata la ricetta usata al giorno d’oggi. Il formaggio cremoso (Philadelphia) infatti è nato solo nel 1872 per mano di un fattore americano, nel tentativo di riprodurre il Neufchâtel, un formaggio di latte vaccino della Normandia.

Forma di Neufchâtel (Wikipedia)

Per la prima volta, nel 1928, Arnold Reuben usò il formaggio cremoso al posto dei fiocchi di latte, e servì questa versione di cheesecake nel suo locale Turf a New York, riscuotendo un grandissimo successo.

Di seguito vi propongo due ricette; la prima è la classica New York cheesecake, l’altra è una cheesecake di origine basca, creata nel bar La Viña di San Sebastian ad inizio anni ’90, che viene cotta in forno ad alta temperatura per avere una crosta bruciata.

New York cheesecake

Per la base :

  • 240g biscotti digestive
  • 110g burro

Per la crema:

  • 500 g formaggio fresco spalmabile
  • 65 g zucchero
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 100 g panna liquida fresca
  • 1/2 succo di limone
  • 25 g amido di mais
  • 1/2 baccello di vaniglia

Per decorare:

  • 100g panna acida
  • Frutti di bosco

Cheesecake basca

  • 1 kg formaggio spalmabile
  • 400 gr zucchero
  • 500 ml panna da cucina
  • 3 cucchiai di farina
  • 6 uova
  • 1 tuorlo

Ricordate comunque che questi sono solo due esempi, e navigando in rete potrete trovare decine di ricette diverse scegliendo quella che più si avvicina ai vostri gusti!

Se cercate altri approfondimenti legati al mondo del cibo, seguite Posizione Zero anche su Facebook ed Instagram e troverete molte altre informazioni!

Tags: , ,
Faccio l'ingegnere in attesa di partecipare a Masterchef e poi aprire un bistrot tutto mio!

Related Article

0 Comments

Rispondi