domenica, Febbraio 28, 2021
Tempo di lettura: 3 minuti

La dissonanza cognitiva spiegata grazie agli “alieni”

Il modello della dissonanza cognitiva è stato sviluppato nel 1957 dallo psicologo Leon Festinger (1919-1989). Egli aveva notato che le persone provano disagio e ansia quando le loro azioni o comportamenti non sono coerenti con le loro convinzioni e i loro atteggiamenti di base.

Festinger osservò che le persone cercano di continuo di mettere ordine nel proprio mondo e che una parte essenziale di quell’ordine è la coerenza. Allo scopo si sviluppano routine e abitudini come consumare i pasti a orari fissi o avere un posto preferito sull’autobus o al pub che frequenti di solito.

Quando queste routine sono sconvolte ci sentiamo a disagio. Se un’opinione radicata si scontra con una prova contraria, crea scomoda incoerenza interiore.

Festinger la chiamava dissonanza cognitiva e ragionava che l’unico modo per superare il disagio fosse quello di rendere in qualche modo coerenti gli atteggiamenti e le convinzioni.

La profezia

Insieme ai colleghi Henry Riecken e Stanley Schachter si infiltrò nella setta della profetessa Dorothy Martin (1900-1992), una casalinga di Chicago che sostiene di essere in contatto con gli alieni (Al fine di proteggere la sua privacy, lo studio le ha dato lo pseudonimo di “Marian Keech” e ha trasferito in modo fittizio il suo gruppo nel Michigan.)

Marian Keech,
la profetessa della setta.

Il gruppo di credenti, guidato da Keech, aveva intrapreso azioni decise per indicare il loro grado di impegno nella fede. Avevano lasciato il lavoro, l’università e il coniuge, e avevano dato via denaro e beni per prepararsi alla partenza su un disco volante che doveva salvare il gruppo di veri credenti. Ha affermato di aver ricevuto un messaggio da un pianeta chiamato Clarion. Questi messaggi hanno rivelato che il mondo sarebbe finito in una grande alluvione prima dell’alba del 21 dicembre 1954.

Dopo il fallimento della previsione, ha lasciato Chicago dopo essere stata minacciata di arresto.


la sequenza degli eventi

Prima del 20 dicembre. Il gruppo evita la pubblicità. Le interviste sono date solo a malincuore. L’accesso alla casa di Keech è fornito solo a coloro che possono convincere il gruppo di essere veri credenti. Il gruppo sviluppa un sistema di credenze, fornito dalla scrittura automatica dal pianeta Clarion, per spiegare i dettagli del cataclisma, la ragione del suo verificarsi e il modo in cui il gruppo verrebbe salvato dal disastro.

20 dicembre. Il gruppo si aspetta che un visitatore proveniente dallo spazio li faccia visita a mezzanotte e li scorti a un’astronave in attesa. Secondo le istruzioni, il gruppo fa di tutto per rimuovere tutti gli oggetti metallici dalle loro persone. Con l’avvicinarsi della mezzanotte, cerniere, spalline del reggiseno e altri oggetti vengono scartati. Il gruppo aspetta.

21 dicembre. Nessun visitatore. Qualcuno nel gruppo nota che un altro orologio nella stanza segna le 23:55. Il gruppo concorda sul fatto che non è ancora mezzanotte.

00:10. Il secondo orologio suona la mezzanotte. Ancora nessun visitatore. Il gruppo siede in un silenzio attonito. Il cataclisma stesso è a non più di sette ore di distanza.

4:00 del mattino. Il gruppo è rimasto seduto in un silenzio sbalordito. Alcuni tentativi di trovare spiegazioni sono falliti. Keech inizia a piangere.

4:45. Un altro messaggio di scrittura automatica viene inviato a Keech. Afferma, in effetti, che il Dio della Terra ha deciso di risparmiare il pianeta dalla distruzione. Il cataclisma è stato annullato: “Il piccolo gruppo, seduto tutta la notte, aveva diffuso così tanta luce che Dio aveva salvato il mondo dalla distruzione”.

Pomeriggio, 21 dicembre. Vengono chiamati i giornali; si cercano interviste. In un capovolgimento del suo precedente disgusto per la pubblicità, il gruppo inizia una campagna urgente per diffondere il loro messaggio ad un pubblico più ampio possibile.

La maggior parte dei seguaci, al posto di cambiare la loro credenza, l’ hanno rinforzata. Questo può spiegare perché tante persone credono all’incredibile, soprattutto, perché continuano a farlo anche dopo che gli è stato dimostrato il contrario.

Se cercate altri approfondimenti seguite Posizione Zero anche su Facebook ed Instagram e troverete molte altre informazioni!

Tags:

Related Article

0 Comments

Rispondi