domenica, Febbraio 28, 2021
Tempo di lettura: 5 minuti

4checks: quattro cose che non potete non conoscere. Oggi scopriamo alcuni tra gli sport più stravaganti e spettacolari al mondo.

In Italia, molte persone si appassionano al calcio, seguendo la propria squadra del cuore con religiosa fedeltà. Altri invece sono appassionati di quelli che vengono chiamati “sport minori”, con una scelta lessicale ingiusta, che quasi li sminuisce. Qui però non vogliamo parlare nemmeno di quegli sport. Vogliamo farvi scoprire alcune discipline altamente spettacolari, che forse non avete mai sentito nominare, perché nate da poco e ancora non molto diffuse, o perché considerate importanti in altre parti del mondo.

Ecco, dunque, una checklist di sport tra i più inconsueti che possiate trovare:

✓ Sepak Takraw
✓ Bossaball
✓ Teqball
✓ Kabaddi

Sepak Takraw

Il Sepak Takraw è uno sport ad altissimo tasso di spettacolarità che potremmo definire, semplificandone i meccanismi, come una sorta di “pallavolo coi piedi”, con opportuni accorgimenti sull’altezza della rete e sulla dimensione del campo. Si sfidano due squadre di tre elementi ciascuna e a vincere è la squadra che si aggiudica due set. Per aggiudicarsi un set, le squadre devono totalizzare 21 punti. Qualora ambedue le squadre vincano un set si gioca un terzo set di durata inferiore, pari a 15 punti.

Il campo è un rettangolo di circa 13 x 6 metri, diviso a metà sul lato lungo da una rete alta 1,55 m per le partite maschili 1,45 m per quelle femminili. Come nella pallavolo, la palla viene messa in gioco con una battuta e non deve essere fatta cadere e sempre in analogia con la pallavolo i giocatori possono effettuare fino ad un massimo di tre passaggi nella loro fase di gioco. Nel Sepak Takraw la palla è composta da intrecci di Rattan (una sorta di palma rampicante) disposti in modo da formare una sfera.

L’altezza della rete non eccessiva rende possibile fare la “schiacciata” con i piedi, approcciando la palla in modo acrobatico “in rovesciata”. Questo sport, praticamente sconosciuto in Europa, è invece molto diffuso in Malesia, Thailandia, Birmania e nelle Filippine. Ecco un video per farvi un’idea del livello di spettacolarità di questo sport.

Il Sepak Takraw e le sue acrobazie

Bossaball

Un altro interessante derivato del volley è il Bossaball. È uno sport relativamente giovane, nato nel 2004, ma in rapida diffusione. Questo sport, di filosofia brasiliana, è un mix di calcio, volley e ginnastica acrobatica. Si gioca a squadre di tre, quattro o cinque giocatori, ogni squadra ha l’obbiettivo di vincere due set, realizzando 25 punti in ciascuno. Il campo è composto da grandi materassi gonfiabili con al centro una struttura lunga 18 metri e larga 14, divisa al centro da una rete simile a quella della pallavolo, regolabile a diversi livelli di altezza sulla base del livello dei partecipanti.

Campo di Bossaball
Campo di Bossaball – Foto di: pedromero2 su Wikipedia

Al centro del campo, c’è una struttura con dei tappeti elastici. I giocatori hanno a disposizione fino a otto tocchi prima di sfruttare il tappeto elastico a centro campo per attaccare inviando la palla nel campo avversario nel modo più aggressivo possibile. Ogni giocatore può effettuare un lancio alla volta con le mani, o fino a due coi piedi. La caduta della palla nel campo avversario assegna dei punti che variano in base al punto in cui cade la palla.

La presenza dei tappeti elastici permette di effettuare salti ed attaccare in maniera molto spettacolare, come mostrato in questo post Instagram.

Teqball

Un altro sport che sta diventando particolarmente popolare, grazie all’interesse mostrato da alcuni calciatori ed ex-calciatori professionisti (tra i quali Ronaldinho e Beckham) è il Teqball, una sorta di mix tra Tennistavolo e Calcio. Si gioca su un tavolo simile a quello del tennistavolo, ma incurvato e rialzato al centro e con una rete rigida.

https://www.instagram.com/p/CDl0FHAlIXh/?utm_source=ig_web_copy_link

Al posto della pallina si utilizza un pallone simile a quello da calcio. La palla viene messa in gioco dal primo giocatore ad almeno due metri dalla fine del tavolo.  Si può giocare in singolo o in doppio, come nel tennistavolo, e nella modalità “doppio”, sono anche possibili passaggi tra i vari giocatori. Esiste in Italia una federazione Teqball, dove si possono trovare molte informazioni, tra cui un video che spiega le regole di massima.

Ad alto livello si possono vedere partite molto spettacolari specie nel doppio, come nel video qui sotto.

Teqball – Uno spettacolare scambio di doppio misto

Kabbadi

Il Kabaddi (talvolta anche trascritto come Kabbadi) è uno Sport particolarissimo praticato in India, nato come allenamento bellico ricreativo (in modo non dissimile da quanto avvenuto per la Capoeira). Per lo più sconosciuto in Europa, il Kabbadi è seguitissimo nel Punjab e in diversi stati indiani, superato per popolarità e interesse solo dal Cricket. Le regole del Kabaddi sono piuttosto articolate, ma, volendo semplificare, potremmo dire che i meccanismi di gioco ricordano una sorta di misto tra rugby, wrestling e palla prigioniera.

Come Funziona

Si gioca in un campo di tredici metri per dieci, diviso a metà. Ogni squadra, composta inizialmente da 7 elementi in campo e 5 in panchina, occupa una metà del campo. A turno, ogni squadra deve attaccare e difendere. La squadra che “attacca” seleziona un raider che ha il compito di andare nella metà campo avversaria e cercare di toccare i difensori avversari, che ovviamente dovranno cercare di non farsi toccare dal raider.

Il raider ha un tempo limitato per compiere la sua azione di attacco (originariamente il tempo limite era determinato dal fatto che l’azione doveva durare il tempo di un suo respiro. Il raider, infatti, doveva compiere l’azione ripetendo la parola “Kabbadi”, per mostrare di non stare prendendo fiato). Se il raider riesce a toccare un difensore, per effettuare un punto deve ritornare nella propria metà campo nel minor tempo possibile, per evitare di essere fermato dai difensori avversari, che sono a questo punto autorizzati a bloccare il difensore, placcandolo. Se il rider riesce a ritornare nella propria metà campo effettua un punto per ogni difensore toccato, mentre i difensori toccati vengono eliminati. Diversamente, il raider viene eliminato. I giocatori eliminati poi, come nella palla prigioniera, potranno rientrare in campo solo quando la loro squadra segnerà un punto.

Un complesso sistema di regole

Tutto qui? Neanche per idea. Le regole e i vincoli sono molto più complessi. Vi sono zone del campo soggette a regole legate al tocco. Se avete voglia di provare a capire meglio come funziona potete guardare questo video:

Le regole del Kabaddi

Anche senza capire tutte le regole, potete godervi la “danza” delle azioni di gioco in video come quello qui sotto.

Alcuni tra i raid migliori nel Kabaddi professionistico nel 2019

Conoscevate già questi sport? Li avete mai provati? Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate e quale vi incuriosisce di più tra quelli elencati in questa checklist!

Se cercate altri approfondimenti legati al tempo libero, seguite Posizione Zero anche su Facebook ed Instagram e troverete molte altre informazioni!

Tags: , , , , ,

Related Article

0 Comments

Rispondi