domenica, Febbraio 28, 2021
Tempo di lettura: 3 minuti

Dal 30 luglio al 13 agosto, Christie’s metterà in vendita 11 paia di scarpe utilizzate dall’ex campione dei Chicago Bulls.

Michael Jordan, asta da record per le sue scarpe

Christie’s, la più grande casa d’aste del mondo, ha annunciato la vendita di undici paia di scarpe indossate dal più grande campione di Basket di tutti i tempi, Michael Jordan. Se il prezzo è corretto, allora «The last dance» ha funzionato, eccome se ha funzionato. Si parte da 7 mila dollari, ma si tratta delle scarpe da baseball calzate durante il periodo sabbatico 1993-1995. Le cifre salgono tra i cinquanta e i settantamila dollari per le Air Jordan Olympic, indossate nel 1992 ai Giochi di Barcellona, quando guidò il mitico Dream Team. Tra i 350 mila e i 500 mila dollari per le sue prime Nike.

Leggi anche: MICHAEL JORDAN: DA ICONA SPORTIVA A BRAND

“Shattered backboard game”

Il pezzo “pregiato”, ci riguarda da vicino. E’ il 25 agosto 1985 quando MJ arrivò al palazzo dello sport di Trieste per una partita di esibizione con la maglia della Stefanel. Fece 41 punti dimostrando che Nike ci aveva visto giusto a puntare su di lui per una nuova linea di scarpe, quello è infatti l’anno zero delle Air. A rendere unico l’evento fu una schiacciata pazzesca, che mandò in frantumi il tabellone. Christie’s mette in vendita proprio le scarpe indossate durante la partita, per altro un normale paio di Air Jordan di prima generazione. La base iniziale è tra i 650 mila – 850 mila dollari, ma si suppone che si possa arrivare al milione.

LA STORICA PARTITA A TRIESTE: VALORE STIMATO: DA 650.000 A 850.000 DOLLARI

Queste Air Jordan 1 “Chicago” messe ai piedi durante la partita di Trieste sono rigorosamente firmate nel tallone sinistro. Vanno all’asta da Christie’s presentando ancora oggi una scheggia di vetro del tabellone triestino.

Se cercate altri approfondimenti legati al mondo della moda, seguite Posizione Zero anche su Facebook ed Instagram e troverete molte altre informazioni!

Tags: ,

Related Article

0 Comments

Rispondi