venerdì, Febbraio 26, 2021
Tempo di lettura: 3 minuti

Da alcuni anni a questa parte nel panorama gastronomico italiano si sono diffusi sempre di più, soprattutto grazie all’intensivo uso dei social media, quelli che si possono definire “brand” di ristorazione, che man mano aprono locali lungo tutto lo stivale. In questo articolo parleremo di 5 delle più importanti tra queste realtà, tutte rigorosamente Made in Italy.

Pescaria

Nato nel 2015 a Polignano a Mare, Pescaria si può definire come una sorta di fast food di pesce, specializzato in panini gourmet. Hanno puntato sin dagli inizi sul marketing online, in particolar modo via Facebook tramite interazioni con gli utenti, ed è stato proprio uno di loro, attraverso un contest, a dare lo spunto per il nome del locale. Proprio da Facebook sono stati citati come esempio di successo in uno dei loro report trimestrali.

Come detto precedentemente la fanno da padrone i panini tra cui spiccano quelli a base di tartare di tonno o polpo fritto, ma sono presenti nel menu anche alcuni primi, come ad esempio la carbonara di mare o la cacio pepe e cozze, secondi, cruditè e frittura.

Al momento sono 4 i locali aperti rispettivamente a Polignano a Mare, Milano, Torino e Trani e sono previste altre due aperture a Roma e Bologna.

Trapizzino

Prendi l’angolo di una pizza al taglio, scavalo un po’ in modo da formare un cono e riempilo di cose buone: un piano semplicemente perfetto! Nasce così a Roma, nel 2013, Trapizzino che si può considerare anch’esso una sorta di street food made in Italy proprio per la sua forma tipica.

Le farciture affondano le radici in quella che è la cucina tradizionale romana e del sud Italia, vedi ad esempio la coda alla vaccinara o la parmigiana di melanzane, ma strizzano anche l’occhio ad altre regioni come nel caso del trapizzino con salsiccia di bra e castelmagno, squisitamente piemontesi.

Trapizzino è presente a Roma, Milano, Torino, Firenze e New York.

Miscusi

L’Italia e la pasta sono visceralmente legati, quindi non è un caso il boom di Miscusi, fondato nel 2016, che porta in tavola tutta la tradizione della pasta fatta in casa realizzata giornalmente nei loro pastifici (uno per sede).

I possibili condimenti spaziano dal semplice sugo di pomodoro, ad un classico ragù o pesto con alcuni tocchi particolari consigliati come mandorle e pistacchi fino ad alcuni piatti “standard” come il pacchero tricolore.

I ristoranti di Miscusi sono aperti a Milano, Torino, Pavia, Firenze e Verona. È inoltre disponibile anche una bottega online in cui poter ordinare i loro prodotti.

Pizzium

E vuoi che non sia presente la pizza? Dal 2017 Pizzium porta l’arte della pizza napoletana in giro per l’Italia, con pizze regionali che presentano condimenti tipici di altissima qualità e 100% italiani.

Questo è proprio uno dei motivi per cui, nonostante l’incredibile successo, al momento i due fondatori Stefano Saturnino, già dietro Panini Durini, e Nanni Arbellini, ex Rossopomodoro, non prevedono al momento espansioni all’estero sostenendo che: ” Un impegno al di fuori dell’Italia, con tutto quel che comporterebbe in termini logistici per materie prime 100% italiane, finirebbe per distrarre le nostre attenzioni.

Potete trovare Pizzium a Milano, Bologna, Brescia, Busto Arsizio, Como, Gallarate, Roma, Seregno, Serravalle Scrivia, Torino e Varese.

Baladin

Fa un po’ storia a sè Baladin, nato nel lontano 1986 a Piozzo in provincia di Cuneo come birreria e trasformatasi, dieci anni più tardi, in brewpub per la produzione e vendita diretta di birra artigianale ed è, in questo settore, tra i precursori in Italia.

Nei loro pub però è anche possibile gustare dei prelibatissimi hamburger, tagli di carne di vario genere, sandwiches, insalate e stuzzicherie varie. E per chi non dovesse gradire la birra sono presenti numerose bibite analcoliche tutte sempre di loro produzione.

È disponibile anche uno shop online, però dedicato esclusivamente alle birre. Baladin è presente con i suoi locali a Torino, Milano, Roma, Cuneo, Jesolo e Londra.

Se cercate altri approfondimenti legati al mondo del cibo, seguite Posizione Zero anche su Facebook ed Instagram e troverete molte altre informazioni!

Tags: , , , , ,
Faccio l'ingegnere in attesa di partecipare a Masterchef e poi aprire un bistrot tutto mio!

Related Article

0 Comments

Rispondi